Morabito, Paglialunga, De Marco

Musica popolare salentina

Massimiliano Morabito

Organettista che ha la fortuna di nascere e vivere a Cisternino, un paesino della provincia di Brindisi dove vi è la più alta percentuale di organettisti dell’intera regione (insieme a Villa Castelli). Ha quindi la possibilità di imparare il repertorio tradizionale direttamente dagli anziani e contemporaneamente si perfeziona con Mario Salvi, frequentando anche stage con i più importanti organettisti del panorama italiano ed internazionale (come Vincenzo Caglioti, Roberto Tombesi, Riccardo Tesi, Joseba Tapia, Stéphane Delicq, Filippo Gambetta, Renato Borghetti). Abbina allo studio dello strumento un attento lavoro di ricerca sul campo, che lo porta nel 2004 a curare il cd di ricerca Tomma tommë – musiche e balli dalla Murgia dei trulli pubblicato da Ethnica di Pino Gala, e ad avere un fondo personale per la sua ricerca nell’Archivio Sonoro Pugliese.

Nel 2008 incide il suo primo disco solista sendë nà rionettë sunà (Squilibri ed.), dove interpreta 11 tarantelle della Puglia centro meridionale, molte delle quali inedite e frutto della sua ricerca sul campo. Le sue numerose collaborazioni lo portano ad esibirsi su prestigiosi palcoscenici in Italia e all’estero.

Dal 2009 inizia la sua collaborazione con il Canzoniere Grecanico Salentino, che lo porta ad esibirsi in tutto il mondo e ad incidere due dischi, Focu d’amore e Pizzica Indiavolata.

Nel 2010 è ospite nel Concertone della Notte della Taranta diretta da Ludovico Einaudi.

Morabito, Paglialunga e De Marco - Musica Popolare Salentina

Giancarlo Paglialunga

Tamburellista sanguigno e voce dal timbro arcaico, Giancarlo Paglialunga è uno degli interpreti più importanti nel panomrama della musica popolare salentina.

Si innamora della musica della sua terra, il Salento, e studia la prassi esecutiva del canto e del tamburello tradizionale attraverso l’ascolto delle fonti e la partecipazione alle occasioni più genuine della tradizione, come le ronde e le feste popolari, sviluppando un suo peculiare approccio, quasi sospeso tra tradizione e modernità.

Vanta collaborazioni con numerosi artisti locali ed internazionali, tra cui JuJu (Justin Adams e Juldeh Camara), Officina Zoè, Ambrogio Sparagna, Salentorkestra, Raffaele Casarano, Bandadriatica, e tutti gli artisti che incontra nelle sue partecipazioni alla Notte della Taranta e nel suo cammino con il CGS.

Dal 2010 è parte del Canzoniere Grecanico Salentino, esibendosi nei tour del gruppo in tutto il mondo.

Nelle edizioni 2010-11 e nei tour internezionali successivi, Giancarlo è voce solista della Notte della Taranta diretta da Ludovico Einaudi.
Nel 2011 esce T’amai, il suo primo album solista.
Nel 2012 partecipa alla Notte della Taranta diretta da Goran Bregovic come cantante e tamburellista.

Morabito, Paglialunga e De Marco - Musica Popolare Salentina

Massimiliano De Marco

Originario di Alessano (LE), studia privatamente chitarra classica dall’età di nove anni ed inizia ad esibirsi nel “Gruppo strumentale alessanese” composto da chitarre e mandolini che, sotto la direzione del maestro Antonio Calsolaro, esegue un ampio e raffinato repertorio di musiche e canzoni della tradizione napoletana, celebri brani di musica classica e valzer, mazurche, polke e quadriglie del sud Italia. Alla passione per la chitarra affianca quella per il canto; partecipa con successo a numerosi concorsi canori e partecipa alla registrazione di alcune raccolte di canti natalizi e di autori locali.

Dopo aver militato in alcune cover rock band, dal 2004 entra a far parte stabilmente dell’Uccio Aloisi Gruppu e suona nei più importanti festival e locali di musica popolare: Villaggio Globale (Roma), Villa Ada (Roma), Cheese (Bra – Cuneo), Auditorium Flog (Firenze), Livello 57 (Bologna), Estragon (Bologna), Carpino Folk Festival (Carpino), Pisa Folk Festival (Pisa), Libera CollArte (Colle val d’Elsa – Siena), Festival dell’Oralità Popolare (Torino), Fuori Orario (Reggio Emilia), Sila in festa (Lorica) Sporthalle Unterrohrer (Zurigo) , Festival dell’antropologia e della musica “Balla coi libri (Matera), Ragnatela della Notte della Taranta 2005, 2006, 2008, 2009, 2010 ed al Concertone finale di Melpignano del 2005, 2006 e 2008.

Dal 2006 entra a far parte stabilmente del Laboratorio Kalàscima nel quale suona chitarre, mandolino e irish bouzouki. Dal 2008 al 2010 suona inoltre con il gruppo “Canto Antico” con il quale si esibisce nel nord Italia e partecipa a festival internazionali in Francia, Germania e Tunisia.

Ha collaborato con Salentorkestra, Raffaella Aprile, Alessia Tondo, Dario Muci, Giancarlo Paglialunga. Si è esibito al fianco di Buena Vista Social Club, Juldeh Camara, Justin Adams, Kilkenny’s, Nidi d’Arac, Cantori di Carpino, Nando Citarella, Ugo Maiorano, Mario Incudine, Raffaello Simeoni. Ha una laurea triennale in “Scienze della comunicazione” ed una laurea specialistica in “Scienze politiche” conseguita con tesi dal titolo “Canti d’amore, di sdegno, di devozione: Etnografia della serenata popolare in terra salentina”.

Dal 2013 è chitarrista dell’Orchestra Popolare della Notte della Taranta.

Nel 2014 ha scritto le musiche per i racconti sulla storia del Salento dell’applicazione “Sherazade” ed ha inciso il disco “Psychedelic trance tarantella”.